TVMI.it

La TV di Milano e Lombardia

Moto Guzzi, 100 Anni di storia

 Orgoglio lombardo, nonostante sia nata a Genova il 15 marzo 1921, è la più antica casa costruttrice di motociclette in Europa e il suo motore è inconfondibile. È Moto Guzzi. Un sogno realizzato da tre aviatori, reduci dalla Prima guerra mondiale: Carlo Guzzi, Giorgio Parodi e Giovanni Ravelli. Un marchio destinato a fare la storia delle due ruote grazie a potenza, affidabilità e uno stile tutto italiano che ancora oggi, a quasi un secolo di distanza, continua a regalare forti emozioni. Prodotte sul ramo del lago di Como reso celebre dall’incipit manzoniano, fu fondata il 15 marzo 1921 da Carlo Guzzi e Giorgio Parodi.

Ormai la proprieta’ e’ internazionale, dato che dal punto di vista societario fa parte del Gruppo Piaggio dal 2004, ma che anche la casa di Pontedera ormai appartiene ad una galassia che passa da Fiat a Stellantis, dopo la recente fusione.

Ma non si puo’ non tornare a 100 anni or sono, quando l’imprenditoria e l’ingegneria italiana sviluppava dei progetti innovativi e portavano il nostro paese ai vertici dell’allora tecnologia motoristica e legata alla mobilita’, in campo motociclistico, automobilistico ed aeronautico.

Il primo modello sperimentale di Moto Guzzi non aveva nessuna aquila, bensì un rombo con la sigla “GP” sul serbatoio a indicare Guzzi e Parodi. Giovanni Ravelli era tragicamente precipitato durante un volo di collaudo. La successiva scelta di questo maestoso volatile è proprio una dedica per l’amico aviatore, che possa vegliare su ogni futura avventura come una grande aquila ad ali spiegate.

Molti, oltre 50, i modelli creati nel corso di un secolo, a partire dalla “Normale”, 498 cc, 3 marce, velocita’ massima di 85 kmH, la prima motocicletta prodotta in serie, cui sono seguiti modelli spartani che contribuirono alla diffusione del mezzo di trasporto motorizzato individuale non solo in Italia.

 Il Guzzino 65, prodotto in oltre 50. 000 esemplari in soli tre anni. Ai successi sportivi si sommano quelli commerciali del Falcone, prodotto dal 1950 e di altri modelli, fino alla nascita, nel 1965 del motore destinato a diventare l’icona della Moto Guzzi: il bicilindrico a V.

Il 57 è un anno molto importante per le attività agonistiche, la Moto Guzzi, in accordo con altri costruttori italiani quali Gilera, sigla il Patto di astensione, cessando la partecipazione alle competizioni. A quel momento conta nel proprio palmarès 3.329 vittorie in gare ufficiali, 14 Titoli Mondiali, 11 vittorie al Tourist Trophy dell’Isola di Man.

Moto Guzzi Falcone

La Moto Guzzi e’ stata per decenni la moto delle forze dell’ordine, il V7, e storia ha anche fatto la Guzzi California.

Moto Guzzi V7
Moto
Guzzi 1400 California

A Mandello del Lario, il museo storico rievoca ed espone tutti i modelli che hanno reso celebre nel secolo trascorso il marchio dell’aquila, che trascorso il periodo dell’emergenza sanitaria che stiamo attraversando, vi invitiamo a visitare..

Lascia un commento