TVMI.it

La TV di Milano e Lombardia

Vaccino Anti covid19: al via la somministrazione della terza dose

Partita il 20 settembre negli ospedali la campagna per somministrare la terza dose anti-Covid per 150 mila pazienti fragili. La Regione pronta dall’11 ottobre con i richiami per ospiti delle Rsa, over 80 e personale sanitario. Fino a 668 farmacie coinvolte nelle somministrazioni. 

Il coordinatore della campagna vaccinale lombarda Bertolaso ha sottolineato la differenza tra i termini «dose addizionale» e «richiamo» (o «booster»). «La dose addizionale è quella che da oggi viene somministrata agli immunocompromessi: non fanno un richiamo, ma una vera e propria somministrazione di terza dose ad almeno quattro settimane di distanza dalla seconda». Il richiamo invece «sarà somministrato alle altre categorie, a rischio ma non così forte come i primi, a non prima di sei mesi di distanza dalla seconda». Fino alla fine di ottobre si immunizzeranno i 150mila lombardi immunocompromessi: in questa categoria rientrano, tra gli altri, soggetti trapiantati e in attesa di trapianti, pazienti oncologici e oncoematologici in trattamento (negli ultimi sei mesi), immunodeficienze primitive e secondarie a trattamento farmacologico, pazienti con pregressa splenectomia, sindrome da immunodeficienza acquisita. Da metà ottobre la Lombardia è pronta a partire con le altre categorie. Si aspetta l’ok della struttura commissariale per somministrare la dose di richiamo a 80 mila ospiti delle Rsa, 680mila over 80 e 396mila operatori sanitari. La Fase 3 è stata studiata per avere una capacità media di somministrazioni che va dalle 20mila alle 65mila al giorno.

Lascia un commento