Salone del Mobile: 18/23 aprile 023

TVMI.it

La TV di Milano e Lombardia

22 gennaio, Milano festeggia il Capodanno cinese, inizia l’anno del Coniglio

Nel 2023 il Capodanno cinese, o Festa di Primavera, cade domenica 22 gennaio, giorno in cui inizia l’anno del Coniglio.

Appuntamento alle ore 14 all’Arco della Pace

Com’è anche nella tradizione occidentale, le celebrazioni del nuovo anno cinese cominciano un giorno prima, la vigilia (il 21 gennaio nel 2023). Ma i festeggiamenti durano decisamente più a lungo: sedici giorni fino alla cosiddetta Festa delle Lanterne (5 febbraio nel 2023).

E non è tutto: i preparativi per il Capodanno cinese – o lunare – iniziano almeno due settimane prima della vigilia e sono molto sentiti sia in Cina sia nelle tante Chinatown del mondo.

Ecco le date e le attività importanti del Capodanno cinese, le abitudini, i rituali, cosa si mangia e tante altre curiosità legate a una delle più attese festività tradizionali cinesi.

Capodanno cinese: preparativi e festeggiamenti, tutte le date del nuovo anno

Tradizionalmente le celebrazioni del Capodanno cinese durano sedici giorni (quindici ufficiali più uno, la vigilia). Nel 2023 iniziano il 21 gennaio e terminano il 5 febbraio, cioè dalla vigilia di Capodanno al giorno della Festa delle Lanterne.

Ufficialmente, il passaggio al nuovo anno cinese cade nel giorno della seconda luna nuova dopo il solstizio d’inverno (il 21 dicembre secondo il calendario gregoriano).

In questo periodo di festa i cinesi hanno diritto a sette giorni di vacanza – dal 21 gennaio al 27 gennaio nel 2023, cioè dalla vigilia fino al sesto giorno del primo mese lunare -, durante i quali scuole, fabbriche e uffici sono chiusi e le famiglie si riuniscono per festeggiare.

Capodanno cinese 2023: inizia l’anno del Coniglio

Con l’arrivo del 2023 inizia l’anno del Coniglio d’Acqua, il quarto segno zodiacale cinese.

Nell’oroscopo cinese è considerato un animale tranquillo e gentile, elegante e fortunato. Ecco perché il 2023 si preannuncia un anno di pace e serenità.

Tra i segni zodiacali cinesi – 12, come per l’oroscopo occidentale, associati ad altrettanti animali anziché alle classiche costellazioni -, il Coniglio spicca anche per un’altra caratteristica chiave: il senso di responsabilità, monito a non essere pigri e agire subito e con fermezza per avere successo e riuscire a realizzare i propri sogni.

Il giorno del Capodanno cinese è scandito da una serie di rituali che si tramandano da sempre. Credenza diffusa che ciò che si fa il primo giorno del nuovo anno determinerà l’andamento di tutto l’anno. Allo scoccare della mezzanotte si comincia con lo scoppio di petardi e fuochi artificiali, che secondo la cultura cinese abbina la forte sonorita’ dei botti, più sono forti piu’ la famiglia sarà fortunata.

Nel corso della giornata, si va a far visita a casa dei parenti per augurare buon anno, salute e fortuna. Di solito sono i giovani cinesi a raggiungere gli anziani della famiglia che faticano a uscire.

Una delle tradizioni più famose del Capodanno Cinese è la Danza del Drago che con la Danza del Leone si organizza spesso nelle Chinatown del mondo, a partire da quella di Milano, tra le più grandi d’Italia.

Storicamente prima del 2023 sono stati anni del Coniglio il 1915, 1927, 1939, 1951, 1963, 1975, 1987, 1999, 2011. ed i nati in uno di questi anni è, dunque, del segno del Coniglio. Il che potrebbe non essere una fortuna: secondo la tradizione, infatti, l’anno del proprio segno zodiacale è considerato sventurato. Ecco perché ai nati nel segno zodiacale cinese del Coniglio si raccomanda quest’anno di indossare e utilizzare indumenti ed oggetti di colore rosso per scongiurare la malasorte.

Capodanno cinese: come si calcola la data di inizio dell’anno nuovo

Il giorno del Capodanno cinese varia ogni anno. Viene definito in base all’antico calendario lunare che ha una datazione diversa rispetto al calendario gregoriano. Ogni nuovo mese dell’anno cinese inizia con l’arrivo della luna nuova.

Ogni anno, quindi, il giorno della Festa di Primavera cambia, ma la data sarà sempre compresa tra il 21 gennaio e il 20 febbraio, ovvero entro un periodo massimo di 29 giorni, che è il tempo massimo che intercorre tra una luna nuova e la successiva.

In funzione del novilunio, l’anno nuovo cinese inizia ufficialmente il primo giorno della seconda luna nuova dopo il solstizio d’inverno (che cade il 21 dicembre nel calendario gregoriano).

Decorazioni rosse, lanterne, cenone della vigilia, fuochi d’artificio, buste rosse: i tradizionali preparativi in vista del Capodanno cinese iniziano circa due settimane prima della vigilia del nuovo anno.

Alle porte delle case vengono appesi festoni rossi – il colore della fortuna – con scritte beneauguranti.

C’è la tradizione di scambiarsi piccole buste rosse (hongbao) contenenti monete o banconote. Devono essere sempre pari e mai quattro: i numeri dispari e il numero 4, infatti, si associano rispettivamente ai funerali e alla morte.

Per allontanare la cattiva sorte si pulisce a fondo la casa (a partire dal ventottesimo giorno del dodicesimo mese lunare). E non semplici pulizie, ma un vero rito propiziatorio secondo il quale togliendo lo sporco e la polvere si fa simbolicamente spazio alla fortuna e alla buona sorte, alle novità e alle belle occasioni che si spera entrino in casa con l’inizio dell’anno nuovo.

Usanza vuole che la sera della vigilia del Capodanno cinese la famiglia si riunisca nella casa del parente più anziano. Si mangia tutti insieme un abbondante cenone. In tavola vengono serviti piatti dal significato simbolico, a base di carne e pesce.

Ci sono cibi che si mangiano tradizionalmente in tutte le famiglie e altri che variano in base alle zone. Nelle zone settentrionali, ad esempio, i ravioli sono immancabili, mentre nelle regioni a sud del Fiume Azzurro è usanza mangiare involtini primavera o “tortine di riso ” denominate zongzi.

Nel giorno della vigilia e in particolare prima del cenone in molte famiglie è usanza ricordare con offerte e preghiere i propri antenati, in segno di rispetto e per ingraziarsi gli spiriti che vengono considerati i protettori della casa. Molte famiglie portano cibo – per rispetto devono “mangiare” prima gli avi – o soldi di carta sulla tomba dei propri defunti, altre invece accendono bastoncini d’incenso.

Durante il periodo del Capodanno cinese tutta la comunità cinese è in festa. In Cina, ma anche in altri paesi dell’Asia, del Sud-Est Asiatico e nelle Chinatown sparse per il mondo si organizzano parate e celebrazioni per accogliere il nuovo anno.

Capodanno cinese: la Festa delle Lanterne

Ma è solo in vista del quindicesimo giorno del primo mese del calendario lunare, ovvero nel giorno della prima luna piena dell’anno, che si celebra la Festa delle Lanterne (yuanxiaojie), o Piccolo Capodanno, la ricorrenza che segna la fine delle celebrazioni tradizionali per il Capodanno Cinese.

Durante questa festa è usanza popolare accendere lanterne di carta realizzate con ogni forma, colore e tipo, e appenderle fuori dalle case o farle fluttuare libere in cielo, in mare, nei fiumi o nei laghi.

Nella terra del dragone negozi, ristoranti, scuole e uffici rimangono chiusi per almeno tre giorni, e nelle città e nei villaggi gli abitanti si preparano ad accogliere l’anno nuovo come vuole la tradizione.

I milioni di cinesi che vivono lontani dalle loro famiglie approfittano di questo periodo di vacanza per tornare a casa, mangiare e festeggiare insieme con parenti e amici.

Lascia un commento